Ultimi colpi di pedale per la stagione della mountain bike.

Domenica 25 settembre appuntamento con la “Granfondo Gimondi Bike” svoltasi ad Iseo (BS) con partenza ed arrivo dall’omonimo lungolago.

Percorso di 40,5 chilometri caratterizzato da continui sali e scendi all’interno del territorio della Franciacorta con due asperità di rilievo: la prima, situata sulla cima del Monte Marus e la seconda sul Corno della Madonna valevole quest’ultima anche come cronoscalata. Cinque gli atleti presenti con il miglior piazzamento di Cristian Rivolta, 23° categoria Master 2 (35-39 anni).

Gara cross country con la terza edizione de “La Torre della Costa” per Edoardo Fusar Bassini nei Master 6 (55-60 anni), 3° classificato a San Fiorano (LO).

Giovanissimi Junior Team (7-12 anni) nella prova finale delle Orobie Cup Junior di Casnigo (BG).

Percorso tecnicamente molto valido specie per la categoria G6 in quanto hanno corso sullo stesso tracciato impiegato nella mattinata per le categorie maggiori degli Esordienti ed Allievi.

Prima partenza alle 14.00 con i G1 (7 anni) dove il sempre combattivo “Giacomino” Gorla ha ottenuto l’8° posto.

G2 (8 anni) con la suddivisione in due batterie tra numeri pari e dispari. Omar Sartori, ha effettuato una bella rimonta ottenendo il 7° tempo mentre Jacopo Fornoni, partito bene, ha perso qualcosina chiudendo 13°.

Achille Pozzi nella fascia G3 (9 anni) ha corso sempre con una grinta incredibile e, dopo aver passato lo striscione dell’arrivo del penultimo giro in quarta posizione, ha ottenuto la medaglia d’argento finale a pochi metri dal vincitore.

Ultima gara su due giri lunghi per i G6 (12 anni): Andrea Cenni, sempre a “testa bassa”, ha corso egregiamente ottenendo il 5° posto e con la certezza di un passaggio di categoria difficile ma dalle ottime prospettive. Stesso discorso per Martina Recalcati e Matilde Ceriello, grintose e pronte ad affrontare il “salto” da Esordienti. Nella gara di ieri secondo posto di Martina in un’avvincete volata con Sara Barcella (MTB San Paolo) segnalando però la probabile foratura quando era al comando. Quarta piazza invece di Matilde leggermente sottotono ma pronta anche lei al passaggio tra i grandi. Ingiudicabile in quanto fermatasi dopo solo 200 metri la biker Matilde Sottini, vittima di un problema tecnico alla catena con perdita di un paio di minuti di tempo. Matilde ha dimostrato maturità nel ripartire consapevole di fare una gara di rimonta e nella lunga salita ha sfoggiato una buona agilità. Adesso anche lei si preparerà al passaggio dovendo migliorare la tecnica in discesa.

Chiusura di comunicato con le condoglianze per la scomparsa della sig.ra Regina Brugola e del sig. Sergio Negro Cusa. Nel corso degli scorsi giorni sono venuti a mancare la sig.ra Regina, madre del consigliere storico Flavio Tremolada e il sig. Sergio, padre dell’attuale vice presidente Emilio Negro Cusa.

2016-09-25-casnigo-giovanissimi

avatar