È mancato solo il podio

Per sfortuna, per bravura degli avversari, per qualche situazione particolare vissuta in gara, il Lissone Mtb rientra dai campionati italiani, con tre atleti nella top five, e sei atleti nella top ten: ma purtroppo senza un podio.

Trasferta nella splendida Isola d’Elba per un folto gruppo di biker del sodalizio lissonese, impegnati nell’undicesima edizione della Capoliveri Legend Cup, gara valida per il campionato italiano FCI Marathon, ed inserita nel circuito UCI Marathon Series. Questo per quanto concerne il percorso degli 80 km, con il palinsesto che ha accontentato anche numerosi master, impegnati sul percorso Classic dei 50 km. In questa prova ha gareggiato Manuel Solagna.
Veniamo all’italiano. Da segnalare la prova di Alessandro Tonello (4h05’06”) giunto quarto nella gara riservata ai master 2 (35/39) mancando il podio in volata. Ci teneva tanto il biker piemontese a portare a casa una medaglia. Prova convincente per Ale. In questa categoria bene anche Riccardo Rizzi (4h10’03”) giunto sesto: 36^ Roberto Arestilli (5h 25’30”). Nei master 1 (30/34) Andrea Zampedri (4h06’55”) conclusa la stagione conquistando, all’Italiano, un onorevole sesto posto. Peccato per “Wampy” per il problema meccanico capitato in un tratto di discesa, situazione che ha costretto Andrea a rallentare, risolvere il problema, e perdere alcuni minuti e posizioni in gara. Buonissima prova anche di Marco Madaschi (4h21’26”) che conquista la quinta piazza nei master 5 (50/54). Giornata no, e ritiro, invece, per il valtellinese Stefano Lanzi colto da una congestione. Sfiora il podio Maurizio Solagna (4h28’04”) giunto quarto nei master 5 (50/54). Gara di fatica, ma sempre di grande cuore, di Edoardo Fusar Bassini (5h20’31”) che conclude ottavo nei master 7 (60/64).